Pos e Pos senza partita IVA: qual è la differenza?

Negli ultimi anni i Pos hanno subito cambiamenti ed evoluzioni,Pos e i Pos senza partita IVA qual è la differenza tra questi?

Il POS, Point of Sale, dall’inglese “punto di vendita” è un lettore di carte di credito e prepagate, un terminale di pagamento elettronico, per negozi fisici e strutture ricettive. Attraverso di esso i clienti possono pagare con carte di credito, di debito e altri pagamenti di tipo elettronico.

Gli esercenti e i liberi professionisti, possono accettare pagamenti Pos di vario genere, aumentando le vendite e riuscendo a venire incontro alle diverse esigenze dei clienti, attraverso i vari circuiti di pagamento e qualunque valuta per il check-out.

Il funzionamento del Pos è molto semplice, basta acquistare un dispositivo che consenta di accettare pagamenti virtuali. Il denaro verrà trasferito direttamente sul proprio conto. Il vantaggio principale è che si possono avere a disposizione diversi metodi di pagamento.

Mediante un collegamento tra il terminale e il centro di elaborazione della banca, l’esercente può appoggiare la carta sul dispositivo, nel caso sia dotata di tecnologia contactless, e viene effettuato l’accredito sul conto corrente. 

E’, poi, possibile, concludere la transazione in due modi. Il primo è tramite la firma: a pagamento ultimato, il Pos stampa automaticamente due scontrini, il primo è una ricevuta per il cliente, il secondo è per l’esercente e necessita di firma.

Il secondo modo è tramite il PIN, esso prevede l’inserimento di un codice a 5 cifre associato alla carta, è utile per aumentare la sicurezza dei pagamenti. 

Per coloro, invece, che non possiedono la partita Iva, ci sono i Mobile Pos, ovvero, piccoli dispositivi dotati di tesserino digitale che si collegano al dispositivo mobile per concludere la transazione.

Il vantaggio di questo tipo di Pos è il prezzo competitivo applicato, il cliente digita il proprio PIN tramite app e conclude, in questo modo, la transazione.

Vi sono vari sistemi digitali intelligenti che consentono ai titolari senza partita Iva, di accettare pagamenti con moneta elettronica, trasformando il proprio smartphone o tablet in un lettore Pos.

Questa soluzione è la più adatta per chi svolge lavori con prestazione occasionale e per chi ha un’attività di bed and breakfast oppure affittacamere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *